A quale pubblico proporre i servizi con drone?

Erogare Servizi Con I Droni
Cosa succede a confrontarsi sempre tra “dronisti”?
Che si inizia a pensare che nessuno ha bisogno di servizi con il drone.

Articolo di Andrea Zamuner Cervi

Ok, ho volutamente esagerato con l’affermazione precedente, volevo catturare l’attenzione per focalizzarci sul problema: a chi proporre i servizi con drone?

Chiariamo subito una cosa, quando parlo di servizi con drone parlo principalmente di:
-Riprese Aeree
-Ispezioni
-Fotogrammetria
-Termografia aerea
-Agricoltura di precisione (voli con camere NDVI/multispettrali).

Ci sono anche altri servizi erogabili con drone, ma per questo articolo prenderò come riferimento principalmente questi.

In questo articolo cercherò di spiegarvi come ci sia molta richiesta di servizi con drone.
Non è vero che “non c’è lavoro”.
Ma per ora queste sono solo affermazioni, voglio documentarle meglio, lo farò nel resto dell’articolo.

Davvero non c’è mercato per i servizi con drone?

Capita fin troppo spesso che chi è appassionato di Droni parli quasi solo con altri appassionati di Droni.
Qual è il risultato finale?
Che fin troppo spesso ci si dice a vicenda “non c’è lavoro”.
Ma questo è vero?
Se io, te, voi, stiamo cercando dei nuovi clienti per i servizi con drone che eroghiamo, è giusto cercarli in mezzo ad altri appassionati di Droni?
Secondo me no.

Tra altri appassionati di Droni difficilmente troveremo qualcuno di interessato al fatto che noi eroghiamo servizi con i Droni.
Ritengo giustissimo avere amici e/o un circolo di persone con le quali ci si confronta sugli argomenti tecnici che riguardano i Droni: non c’è dubbi, secondo me è una cosa positiva.

Tuttavia questi amici, questo circolo, secondo me NON ci aiutano a trovare nuovi clienti.

Quali sono i reali clienti dei servizi con drone

I reali clienti dei servizi con drone, nel 2018, sono coloro che NON conosco i servizi con drone.
Noi del Team di ProjectEMS abbiamo fatto svariate ricerche a riguardo, ed attualmente questa è la nostra opinione, ovvero: i clienti migliori sono coloro che ancora non conosco i servizi con drone, e questa tipologia di clienti è numerosa.

Molte persone NON sanno che è possibile svolgere un ispezione con un drone.
Molte persone NON sanno che è possibile svolgere il rilievo del territorio con drone (qualcuno pensa che si possa fare solo solamente con un aereo o con un elicottero anche quando si tratta di piccole zone)
Molte persone NON hanno una forte esperienza in quelle che sono le riprese aeree e non si rendono conto di come una ripresa aerea possa migliorare un determinato video promozionale.

Questi sono solo esempi.
Quello che voglio dire è che secondo me è importantissimo spiegare il nostro lavoro a chi non lo conosce, sensibilizzare il cliente, fargli capire per quale motivo utilizziamo il drone.
Secondo me bisogna farlo il modo pratico: se per esempio facciamo riprese aeree con drone dobbiamo mostrare ad un pubblico più vasto possibile quanto sono spettacolari le nostre riprese aeree (si, di base dobbiamo essere bravi nel fare il nostro lavoro, da questo non si scappa).
Le persone che non conoscono il “lavoro aereo”, per capirlo meglio, hanno bisogno di vedere esempi pratici. Questa è la mia opinione.

Lo ripeto, si tratta della mia opinione. Non è detto che sia la verità assoluta, ma questa è chiaramente sia la mia opinione, sia quella di tutto lo Staff ProjectEMS.

Questo articolo lo sto scrivendo nel 2018, e non lo so se nel 2020, 2025 sarà ancora così.

Le cose cambiano, non ho “la sfera di cristallo”: continuare ad informarsi è importantissimo.
Tuttavia la mia opinione e quella di tutto il team di ProjectEMS è chiara: attualmente nel 2018 i clienti ideali per i servizi con drone solo coloro che vanno sensibilizzati, che probabilmente ancora non conoscono quello che noi chiamiamo “lavoro aereo”.

Come trovare la clientela corretta?

Secondo me i metodi più adatti nel 2018 sono principalmente quelli legali all’advertising online e al marketing online. Non nego che esistono anche altri metodo che sono molto efficaci, ma credo che in questo articolo sia meglio focalizzarci su tutto ciò che può essere chiamato “Online marketing”.

Se veramente stiamo cercando persone che sono potenzialmente interessate ai nostri servizi con drone, ma non conoscono il lavoro aereo, allora queste persone vanno “sensibilizzate”.
Bisogna spiegargli cos’è un drone, e come mai il servizio che offriamo è utile.

Per esempio, se io sono un videomaker/video-operatore con drone e voglio far comprendere come le riprese aeree siano utili, per sensibilizzare il mio cliente finale potrei preparare un’ottima pubblicità nella quale mostro le più belle riprese aeree che ho fatto, le più spettacolari. Una pubblicità che faccia capire al cliente finale il valore che una ripresa aerea può dare.

Alla fine i potenziali clienti sono persone.
Molto spesso le persone devono vedere i fatti per essere convinte, quindi nella nostra pubblicità dobbiamo dimostrare con i fatti l’utilità del nostro servizio.
Stiamo promuovendo un servizio di riprese aeree? Bene, dobbiamo mostrare come le riprese aeree sono uniche, spettacolari.

Bene, ma detto questo, come possiamo “esporci” a dei visitatori, a dei potenziali clienti?
Elenco qui di seguito una serie di metodi, tuttavia non entrerò nel dettaglio.

  • Facebook Advertising: ovvero la pubblicità su Facebook. Si tratta di un metodo che usiamo molto anche noi di ProjectEMS. Ovviamente non ci si può improvvisare esperti di “FB Ads”, ma in molti casi bisogna seguire corsi o rivolgersi ad esperti
  • SEO: significa Search Engine Optimization, ovvero ottimizzazione per i motori di ricerca. Si potrebbe anche dire che è “l’arte di comparire per primi sui risultati dei motori di ricerca”. Su internet si trovano tantissime informazioni a questo riguardo, se non sapete nulla di SEO vi consiglio di informarvi immediatamente. Ovviamente anche in questo caso non ci si può improvvisare esperti SEO! Anche questa volta consiglio di rivolgersi ad un consulente oppure di fare adeguati corsi di formazione.
  • Paid advertising sui motori di ricerca: funziona in modo simile al SEO, tuttavia questa volta si paga il motore di ricerca per poter comparire nella sezione dedicata al paid advertising. Anche qui: non ci si può improvvisare, ad improvvisarsi si rischia solo di spendere soldi per nulla. Molto meglio studiare, oppure rivolgersi ad un consulente per questo specifico argomento.

Dobbiamo far conoscere la nostra professione

Il fulcro di questo articolo è che dobbiamo farci conoscere e dobbiamo far conoscere la nostra professione. Non tutti ci conoscono, non tutti conoscono i droni, e molte persone che non conosco i droni potrebbero averne bisogno.
La fuori ci sono tantissime persone che ancora non sanno che un servizio con i droni può semplificare il loro lavoro o dare tantissimo valore aggiunto, sta a noi farci vedere da loro, catturare la loro attenzione e mostrargli il valore dei nostri servizi!

Manuale Guadagnare con i droni - ProjectEMS