Come diventare pilota di droni?

Come diventare pilota di droni?

Diventare Pilota Di Droni - ProjectEMS

Oggi vogliamo affrontare una domanda che in tantissimi ci fanno. Come diventare piloti di droni? I droni sono un settore molto affascinante per gli amanti della tecnologia, della robotica e delle riprese aeree.
E c’è chi vorrebbe qualificarsi per poter essere un pilota di droni presso altre aziende o per se’ stesso.

Abbiamo già parlato di come diventare piloti di droni come dipendenti o come liberi professionisti in questo articolo, che vi consigliamo di visionare se vi interessa l’argomento.

Innanzitutto il primo passo per diventare pilota di droni è sicuramente imparare a pilotare, quindi:

Quando sarete in grado di destreggiarvi con questi esercizi utilizzando un micro drone (che non ha il GPS o supporti per la stabilizzazione sul logo solitamente) potrete dirvi ottimi piloti.

Qualora decideste di diventare piloti di droni come dipendenti oltre a imparare fisicamente a pilotare e proporvi alle aziende, teoricamente non dovreste fare altro.
Bisogna però specificare che sebbene è in genere l’azienda che si occupa dei vari obblighi normativi, avere l’attestato del centro di addestramento e la visita medica (di cui parleremo nel paragrafo qui sotto “Diventare pilota di droni di peso superiore”) è caldamente consigliato.

Se invece voleste intraprendere la carriera di pilota di droni come libero professionista (molto più comune e ricercata in Italia), dovete quindi adempiere a diversi passaggi:

  • Il primo punto è sicuramente l’acquisto di un drone per effettuare lavoro specializzato. Da questo punto possiamo distinguere due diverse strade e cioè: diventare pilota di droni 300g o diventare pilota di droni di peso superiore.

Diventare pilota di droni 300g

Diventare Pilota Di Droni - 300g - ProjectEMS

Per diventare pilota di droni 300g per lavoro avrete bisogno, oltre al SAPR (sistema aeromobile a pilotaggio remoto) da 300g o meno, dei seguenti adempimenti:

  • Redazione dei documenti del mezzo (documenti da portare sempre con se’ durante le operazioni con il mezzo)
  • Effettuazione delle prove sperimentali per verificare le prestazioni del mezzo
  • Assicurazione del mezzo
  • Procedura di riconoscimento sul portale ENAC

I SAPR da 300g (o meno) richiedono infatti meno procedure (e costi) rispetto ai fratelli di peso superiore, potete leggere questo articolo per saperne di più. L’attuale migliore soluzione per lavorare come pilota di 300g è il DJI Spark. Il DJI Spark uscito dalla fabbrica, con i paraeliche (obbligatori per i droni da 300g), pesa circa 342g. Tuttavia sono disponibili i kit di alleggerimento DJI Spark che permettono di portare questo mezzo a 300g. Con questa modifica è quindi possibile utilizzare il DJI Spark per lavoro come drone da 300g.
ProjectEMS offre insieme al kit di alleggerimento DJI Spark, tutti i documenti necessari e tutta l’assistenza necessaria per ottenere il riconoscimento ENAC in maniera facile e veloce.

 

Kit di alleggerimento DJI Spark - ProjectEMS

Diventare pilota di droni di peso superiore

Diventare Pilota Di Droni - Sopra 300g - ProjectEMS

Se invece avete necessità di diverso tipo (volete utilizzare una termocamera, oppure fare riprese cinematografiche, ecc.) e volete diventare piloti di droni di peso superiore a 300g per lavoro, oltre acquistare il SAPR dovrete:

  • Frequentare un corso presso un centro di addestramento e ottenere l’attestato finale
  • Effettuare la visita medica aeronautica di livello minimo LAPL. Questo obbligo a volte potrebbe precludere ad alcune persone dal diventare pilota di droni sopra i 300g. Se quindi non è possibile ottenere la visita medica aeronautica almeno LAPL, l’unica strada è diventare pilota di 300g in quanto in questo caso non è necessaria la visita medica.
  • Redazione dei documenti del mezzo (documenti da portare sempre con se’ durante le operazioni con il mezzo)
  • Effettuazione delle prove sperimentali per verificare le prestazioni del mezzo
  • Assicurazione del mezzo
  • Procedura di riconoscimento o di autorizzazione sul portale ENAC

Dopo aver seguito questi passi sarete diventati piloti e operatori di droni riconosciuti dall’ente nazionale civile per operazioni specializzate (quindi a scopo lavorativo). Potrete quindi operare con il vostro SAPR per voi stessi o svolgere servizi per terze parti.
Ovviamente è da specificare che qualora andaste a operare in un altro stato dovrete prima sincerarvi delle leggi di quello specifico stato e ottenere eventuali autorizzazioni.