I droni più costosi del mondo

I droni più costosi del mondo

Oggi scopriremo insieme quali sono i droni più costosi in commercio.
Quante volte vi sarete chiesti quali sono i droni più costosi del mondo e quali sono le caratteristiche che molto spesso li rendono economicamente inarrivabili?

I droni più costosi: DJI Matrice 600 Pro

I Droni Più Costosi - DJI Matrice 600 Pro - ProjectEMS

La presenza di un prodotto DJI nelle numerose classifiche stilate in tutto il mondo e riguardanti i droni più costosi, conferma ancora una volta l’importante ruolo di riferimento che la casa produttrice cinese riveste oramai da diverso tempo nell’ambito dei droni.
È possibile aggiudicarsi questo drone alla cifra di 5.699,00€.

Matrice 600 Pro è un esacottero altamente tecnologico, il cui sistema di propulsione è resistente alla polvere e dotato di un meccanismo di raffreddamento, utile a mantenere sempre alte le sue prestazioni senza rischiare di compromettere la salute delle sue componenti.
La nuova centralina, la DJI A3, si serve di controllers elettronici di velocità sinusoidali, consentendo a questo drone di effettuare variazioni di posizione con estrema precisione.
L’impiego di un supporto così tecnologicamente avanzato consente al pilota di effettuare manovre perfette anche nelle condizioni più difficili e assicurando in questo modo riprese cinematografiche eccellenti in ogni situazione.

Questo drone professionale ha un diametro di quasi un metro e pesa poco meno di 9 Kg, peso che può giungere fino a 15 Kg se viene montato il payload (cioè il carico necessario a svolgere tutte le funzionalità per cui questo drone è stato ideato).
Matrice 600 Pro è alimentato da 6 batterie DJI TB47S da 4500 mAh ciascuna, già in dotazione e che consentono un’autonomia di 16 minuti con un payload di massimo 6 Kg montato e di 40 minuti senza tale carico utile.
È possibile montare delle batterie più prestanti, ossia le TB48S, le quali assicurano un’autonomia di 18 minuti con payload di massimo 6 Kg montato e di 45 minuti senza tale carico utile.
L’impiego della tecnologia RTK consente di resistere anche alle interferenze elettromagnetiche, permettendo così di realizzare riprese in ogni luogo.

Prima è stato detto che il costo complessivo di questo drone è di 5.699,00€ un costo che ai più può apparire ancora modesto, ma che può crescere a dismisura se si sceglie di abbinare a Matrice 600 Pro la camera H6D-100c.
Questa camera di medio formato è prodotta da Hasselblad, marchio acquisito dalla stessa DJI durante lo scorso mese di Gennaio. Tale abbinamento è possibile grazie all’utilizzo della gimbal Ronin MX, supporto universale di grande formato e compatibile con le videocamere prodotte dai maggiori marchi (Nikon, Canon, Sony, Panasonic, ecc…). In curiositi dal DJI Ronin? Scoprite di più in questo nostro articolo.
Con questo gioiello tecnologico con una risoluzione di 100 Megapixel e con un costo di ben 25000,00 US $, il costo totale di Matrice 600 Pro raggiunge senza alcuna difficoltà un costo complessivo di 30.000,00 US $.

I droni più costosi: Xactsense MAX-8 Photo

I Droni Più Costosi - Xactsense MAX8 Photo - ProjectEMS

Questo gioiello tecnologico prodotto dalla Xactsense è un drone progettato sia per poter effettuare eccezionali riprese video, sia per poter soddisfare maggiori esigenze di sicurezza, poiché perfetto per sorvegliare vaste aree di territorio e realizzare mappature precise delle aree sorvolate.
Queste funzioni lo rendono un oggetto particolarmente utile per gli studi ingegneristici condotti sul territorio, in particolare per chi è interessato alla fotogrammetria, utile per il rilevamento topografico e alla LiDAR, ossia la possibilità di poter rilevare la distanza esatta di un oggetto mediante l’utilizzo di un impulso laser.
Il MAX-8 Photo è un velivolo robusto grazie all’impiego di fibra di carbonio ultraleggera per la costruzione delle parti più importanti, fatto che ha consentito a Xactsense di isolare eventuali vibrazioni ed evitare che un eccessivo peso della struttura potesse compromettere le altissime prestazioni di questo multicottero.
La sua leggerezza consente di trasportarlo in tutta facilità all’interno della valigetta in dotazione e utilizzata come packaging al momento dell’acquisto.
Una volta aperta l’intera struttura, il MAX-8 ha un diametro massimo di 91 centimetri, per un peso di appena 4,54 Kg, a cui è possibile aggiungere un peso massimo di ulteriori 6,8 Kg di payload.
Questo drone a 8 eliche si presenta, quindi, come un oggetto estremamente compatto, le cui parti possono dispiegarsi in pochissimi minuti, così da poter essere lanciato in volo nel minor tempo possibile.

Questo drone può volare a una velocità massima di 80 Km/h e può essere pilotato fino a 1,6 Km di distanza.
MAX-8 è alimentato da 2 batterie LiPo 16000mAh 6s 15c che gli assicurano ben 35 minuti di autonomia di volo.
La base è costituita da un controller che opera su una frequenza radio di 2,4 GHz.
Inoltre, è possibile monitorare la sua attività e tenere sotto controllo le rilevazioni che effettua in tempo reale connettendolo al software Mission Planner, installato sul ThinkPad Ground Station Computer (incluso al momento dell’acquisto), che si serve del sistema operativo Windows 7 e che dispone di una RAM di 1 GB e una memoria fissa di ben 500 GB.
Il GPS integrato consente al pilota di conoscere con estrema precisione la posizione del MAX-8, visualizzabile direttamente dallo schermo del PC, insieme agli altri dati raccolti.

Xactsense ha dotato questo drone di una gimbal a 2 assi, su cui è montata la Sony A6000: una Camera dotata di sensore CMOS con un risoluzione di immagine altissima, di ben 24 Megapixel.
La Sony A6000 è dotata di una lente Sony 16 mm f/2,8 e pesa appena 360 gr, garantendo così un carico utile minimo.

Questo drone è stato lanciato sul mercato il 22 Dicembre 2016 a un prezzo complessivo di 65.000,00 US $, oggi, invece, costa molto meno ed è acquistabile per “soli” 20.000,00 US $.

I droni più costosi: Lockheed Martin Indago

I Droni Più Costosi - Lockheed Martin Indago - ProjectEMS

Indago è un drone prodotto dalla Lockheed Martin (società statunitense produttrice di aeroplani e altri velivoli), ideato sia per scopi civili che per l’impiego militare.
Questo quadricottero è stato lanciato nel 2014 e a distanza di tre anni è ancora uno dei prodotti più prestanti e affidabili della sua categoria.

Si tratta di un drone estremamente compatto (pesa appena 2 Kg) e richiudibile su se stesso, fatto che permette di risparmiare spazio quando questo deve essere riposto nella sua sacca di trasporto, una volta concluso il suo utilizzo.
Questo consente una sensibile variazione delle sue dimensioni, infatti, quando le braccia con le eliche sono aperte, raggiunge una lunghezza di lato di 82 cm, mentre quando viene chiuso misura appena 32x32x7 cm.

Indago può essere pilotato manualmente, ma può essere lanciato in volo in modalità automatica, impostazione in grado di farlo decollare in tutta sicurezza e di condurlo verso un’area ed entro un percorso preventivamente stabiliti.
In questo modo Indago si comporta come un drone da sorveglianza a tutti gli effetti ed è in grado di decollare, volare e raccogliere dati in totale autonomia, fornendo addirittura una telemetria digitale criptata in tempo reale, così da poter avere il massimo controllo del velivolo in ogni momento.

Questo quadricottero è pilotabile tramite il controller da remoto Virtual Cockpit 3.0 che opera su una frequenza di 2,4 GHz. Si tratta di un’autentica stazione di controllo da cui è possibile monitorare la informazioni trasmesse da Indago durante il volo e che permette di pianificare le operazioni di volo tramite l’uso di mappe 3D riprodotte sul monitor del computer a cui deve essere preventivamente connesso.
Questo piccolo drone altamente professionale e dalle prestazioni eccezionali, monta una gimbal Perceptor, che comprende una camera HD che consente di effettuare fotografie e riprese video e una camera termica FLIR Quark IR.

Indago, inoltre, è impermeabile, fatto che gli consente di operare in modo impeccabile con qualsiasi situazione atmosferica e ha un’autonomia massima di 45 minuti di volo.
La sua velocità di crociera varia dai 30 km/h ai 55 km/h, a seconda delle esigenze per cui viene impiegato, può volare fino a una distanza massima di 2,5 km e a un’altitudine di 500 metri.

Il Lockheed Martin Indago ha un prezzo di circa 25.000,00 $.

I droni più costosi: Airborne Vanguard

I Droni Più Costosi - Airborne Vanguard - ProjectEMS

Il Vanguard è un quadricottero per lo più impiegato per la rilevazione di dati relativi il territorio e per sorvegliare vaste aree.
Grazie al suo telaio modulare in fibra di carbonio, è progettato poter resistere a tutte le condizioni atmosferiche, tenendo conto anche delle alte temperature in cui è facile imbattersi nell’emisfero meridionale.
Per tale motivo, oltre a una scocca stagna che lo isola da qualsiasi agente esterno, è stato sviluppato e integrato un sistema di raffreddamento utile a mantenere sempre lo standard elevato delle sue prestazioni in fase di volo.
Anche questo gioiello tecnologico si presenta come un drone estremamente compatto che consente di ripiegare su se stesse i bracci con le eliche affinché sia facilmente trasportabile.

Vanguard è controllato da una stazione di terra SkyLink (già inclusa nella confezione al momento dell’acquisto) che può essere montata su un treppiede o all’interno del proprio veicolo.
Tramite la stazione SkyLink il pilota può osservare una panoramica dettagliata dello stato del drone, la sua posizione (rilevabile in ogni momento grazie al GPS integrato) e lo stato della batteria in uso.
Da qui è inoltre possibile monitorare in tempo reale tutti i dati raccolti dalla mappatura e dalla fotogrammetria realizzati dal Vanguard durante il volo.

Vanguard presenta differenti modalità di guida, ciascuna in grado di condurlo fino a una distanza massima di 35 Km.
Innanzitutto può essere pilotato manualmente.
Il controllo manuale avviene mediante il Joystick già incluso nella confezione, il quale permette al pilota di mantenere sotto controllo le impostazioni di volo e tutte le features del drone.
È inoltre possibile mantenere sotto controllo il Vanguard manualmente tramite il Tablet grazie un’interfaccia utente semplice e intuitiva, che consente una facile navigazione e l’ottenimento delle informazioni ottenute durante il volo.

I voli assistiti tramite il GPS permettono al pilota di utilizzare variate modalità di volo, come: GPS / Altitude hold, arrivo a casa e atterraggio.
Il pilota può inoltre modificare da remoto le funzionalità e l’avanzamento del drone e ottenere il pieno controllo di tutte le funzionalità di payload dal suolo.
Inserendo la modalità automatica, Vanguard può effettuare il decollo in totale autonomia per poi lanciarsi in perlustrazione a una precisa altitudine e sopra un’area precedentemente selezionata, raccogliendo in modo del tutto indipendente i dati richiesti.

Le rilevazioni sono effettuate dalla JAR Gimbal Dual Sensors, che supporta sia sensori termici (utili per la sorveglianza diurna e soprattutto notturna) che ottici, ossia la Camera 4K in grado di realizzare filmati da 24 a 60 fps..

Il peso massimo di questo quadricottero è di appena 9,5 Kg, compreso il payload: un peso relativamente minimo se si pensa che, una volta aperto, questo drone misura 83,5x 83,5x 35 cm.
Le prestazioni elevate del Vanguard si notano anche nella velocità di spostamento, infatti può muoversi in linea retta fino a una velocità di 65 Km/h, resistendo egregiamente a raffiche di vento fino a 37 Km/h.
Vanguard è alimentato da batteria da 50V che gli consentono un’autonomia massima di 90 minuti, se utilizzato in condizioni metereologiche ottimali e a una velocità di crociera minima, invece, se viene lanciato in volo al massimo delle sue capacità, la durata massima del volo è di circa 37 minuti.

L’Airborne Vanguard risulta essere uno dei droni più costosi attualmente sul mercato, infatti è acquistabile alla cifra di 45.000,00 US $.

Ma non solo

Fortunatamente non esistono solo i droni più costosi. Anzi, esistono tantissimi droni con ottime qualità per tutte le tasche. Se state cercando droni più economici, vi consigliamo di visionare Banggood, uno dei più grandi e-commerce cinesi, con una vastissima gamma di prodotti di modellismo dinamico, droni e accessori.

 

Banner Videocorso Gratuito Lavoro con i Droni