I migliori droni del 2017 di fascia alta

I migliori droni del 2017 di fascia alta

Il boom della produzione e della vendita di droni è uno dei fenomeni sicuramente più interessanti cui stiamo assistendo in questi ultimi anni. Tuttavia, quando si tratta di comprarne uno, ci sono molti aspetti da considerare. Come primo step è bene quindi fermarsi a riflettere su quali sono le proprie esigenze o quelle della persona a cui si vuole regalare il drone. Si è alla ricerca di un modello base per fare le prime esperienze di pilotaggio? L’obiettivo principale è scattare foto e video aerei di qualità? Oppure si vuole utilizzare un drone a scopo professionale?
Data la vastità dei modelli in circolazione (e date anche le diverse esigenze degli acquirenti) si può dire che non esiste un drone migliore in assoluto, quanto piuttosto diversi droni con caratteristiche specifiche più o meno sofisticate.

Ecco una lista di alcuni tra i migliori droni del 2017:

I migliori droni del 2017: miglior drone per riprese aeree, DJI Inspire 2

I migliori droni del 2017 - DJI Inspire 2 - ProjectEMS

Se l’obiettivo è comprare un drone professionale per riprese aeree cinematografiche e non si vuole badare a spese, DJI Inspire 2 è indubbiamente il miglior quadricottero in circolazione. Ideale per i media, i registi o semplicemente per gli appassionati di riprese ad alta quota a elevata qualità. Dotato di una doppia batteria riesce a raggiungere 27 minuti di volo alimentando anche tutti i sistemi ausiliari (fotocamere, stabilizzatori, sensori di volo). Le braccia in carbonio rendono l’intera struttura del drone incredibilmente resistente in caso di urti e calpestamento.

Velocità

Altre caratteristiche spettacolare di DJI Inspire 2 sono la velocità e la capacità di ripresa: accelera infatti da 0 a 80 km/h in soli 4 secondi, e tocca una velocità massima in volo di 108km/h. Può scendere in verticale ad una velocità di 4 m/s, feature eccezionale per le sue dimensioni. DJI Inspire 2 è dotato di sensori anti-ostacoli, sensore che ne limita rapidamente la velocità per permettere al drone di individuare correttamente gli ostacoli della zona.

Foto e video

La telecamera Zenmuse X5S inclusa supporta diversi tipi di obiettivo (incluso un obiettivo da 15 mm f / 1,7) per girare video a 5,2K in formato Cinema DNG e scattare foto da ben 20 megapixel in formato DNG e JPG. La scheda micro SD da 16GB è inclusa, ma si consiglia di acquistarne altre separatamente per aggirare problemi dovuti alla mancanza di spazio in memoria.

Modalità

  • Spotlight Pro: attraverso il riconoscimento visivo, il drone aiuta il pilota a girare scene complesse
  • Composition Mode: dopo aver tracciato una determinata area, il drone sarà in grado di seguire un soggetto quando entra nella stessa

  • Quick Mode: modalità di volo libero ma con inquadramento fisso di un soggetto (determinato in precedenza dal pilota)

Se Inspire 2 perde il segnale radio è comunque in grado di effettuare il return-to-home seguendo esattamente lo stesso tragitto dell’andata, utilizzando il GPS e il sensore anti-ostacoli.

Vuoi saperne di più sul DJI Inspire 2? Clicca qui per vedere la recensione completa.

I migliori droni del 2017: miglior drone per versatilità, DJI Spark

I migliori droni del 2017 - DJI Spark - ProjectEMS

La DJI offre un largo numero di modelli all’avanguardia rispetto a molte altre case di produzione. Dopo aver apprezzato Inspire 2 vediamo cosa può offrire quest’altro gioiellino, DJI Spark, che è il più piccolo drone di casa DJI mai costruito, ma pieno di funzioni interessanti. Questo modello pesa 342 grammi circa (paraeliche compresi) e può arrivare fino a 50 km/h in modalità di volo Sport. La fotocamera HD scatta foto a 12 mp e video a 1080p. Nonostante sia leggerissimo e piccolo, riesce a librarsi in volo con stabilità anche in caso di vento, ne sono testimonianza i filmati reperibili sul web.

Velocità

La sua velocità massima, come anticipato raggiungibile in modalità Sport, è di 50 Km/h. Come in Mavic Pro, altro modello di casa DJI, è dotato di una serie di sensori anti-collisione. La distanza massima raggiungibile dal pilota è di 2 Km (500 mt in Europa), con l’uso del telecomando. È inoltre il primo drone di questa azienda pensato per decollare, ed atterrare, dal palmo di una sola mano.

Foto e Video

DJI Spark è stato pubblicizzato come Selfie-drone. Tuttavia per le caratteristiche che possiede viene invece spesso utilizzato come drone professionale.

Funzionalità

I controlli di volo del DJI Spark sono sicuramente una novità interessante. Per controllare il drone è utile scaricare l’app DJI GO 4, compatibile con Android ed iOS. I comandi possono essere esguiti tramite app o tramite il radiocomando. Consigliamo sempre l’utilizzo del radiocomando per il pilotaggio (maggiore precisione) tuttavia l’APP è utile per vedere in tempo reale ciò che vede il drone.

Ecco alcune funzioni interessanti a livello video utili per girare video d’effetto:

  • Dronie: allontanamento all’indietro in linea retta con inclinazione di circa 40° per scattare un selfie al pilota
  • Circle: movimento circolare, ad altezza fissa, attorno al soggetto predefinito
  • Helix: movimento a spirale in allontanamento dal soggetto scelto
  • Rocket: partendo da sopra il soggetto scelto, il DJI Spark si allontana verso l’alto mantenendone la ripresa fino a un’inclinazione di 85°

Grazie alla struttura, alla leggerezza e all’agilità che lo caratterizzano, DJI Spark è uno dei droni favoriti dal punto di vista della capacità di volo.

Utilizzo professionale

Il DJI Spark in Italia ha avuto un grande successo nell’utilizzo professionale: merito del suo piccolo peso, 340g con paraeliche. Infatti grazie agli appositi Kit di alleggerimento DJI Spark, è possibile portare questo drone a 300g di peso, e quindi essere considerato per la normativa italiana, un drone inoffensivo. I droni al di sotto o pari a 300g possono infatti effettuare operazioni specializzati (quindi per lavoro) in area urbana, area che per i droni di peso maggiore è interdetta, a meno di non ottenere apposite autorizzazioni.

Vuoi saperne di più sul DJI Spark? Clicca qui per vedere la recensione completa.

I migliori droni del 2017: miglior drone per fotocamera, DJI Phantom 4

I migliori droni del 2017 - DJI Phantom 4 - ProjectEMS

I modelli DJI dominano questa classifica, grazie all continua innovazione tecnologica che portano sul mercato. Il Phantom 4 può essere considerato il miglior drone per fotografie e video sul mercato, quando non si parla di riprese cinematografiche (in quei casi il drone migliore è sempre il DJI Inspire). Gran parte del peso del DJI Phantom 4 deriva dalla sua potente batteria da 5.350 mAh. La facile guidabilità e il sistema anti-ostacoli del Phantom 4 rendono possibile l’esperienza di volo anche per i neofiti.

Velocità

La velocità massima di Phantom 4 può arrivare fino a ben 72,4 km/h in modalità Sport. In questo modello, casa DJI porta l’autonomia da 25 a ben 28 minuti con una singola carica, Aumento notevole dato l’incremento della dotazione hardware.

Foto e video

Con un’apertura di obiettivo f / 2.8 e video da 4 K. Per le immagini c’è l’imbarazzo della scelta: possono essere catturate in formato JPG, RAW DNG o RAW + JPG a 12 megapixel di risoluzione. La registrazione video in 4K esegue fino a 30 fps.
Poiché i video sono molto pesanti (vista la qualità) e la scheda di memoria è di 16 GB si dovrà considerare l’acquisto aggiuntivo di un’altra scheda. In un’unica sessione di riprese in volo, infatti, la scheda potrebbe già riempirsi.

Modalità

  • Active Track: consente al drone di seguire un soggetto in movimento, anche senza il supporto di un tracker GPS. Basterà tracciare un rettangolo sullo schermo intorno al soggetto che si intende seguire (anche in movimento) e premere il tasto GO: il drone inizierà quindi a seguirlo, consentendo di fare video e foto in autonomia mentre DJI Phantom 4 penserà a mantenere il soggetto sempre inquadrato.
  • Tap Fly: permette di volare in una direzione specifica semplicemente toccando un punto sulla mappa, senza dover dare comandi lungo il percorso.
  • Obstacle Avoidance: in modalità attiva, il quadricottero ha la capacità di evitare automaticamente gli ostacoli, rallentare o librarsi in caso di bisogno.
  • Lightbridge: sistema di trasmissione digitale in streaming delle immagini riprese in volo con una risoluzione di 720p fino a una distanza massima di 5 Km.

Per chi cerca un modello che catturi foto e video a un’ottima qualità, Phantom 4 è sicuramente uno fra i migliori droni del 2017 possibili. Il costo non è propriamente economico, ma bisogna considerare tutte le features e le caratteristiche che fanno parte del drone.

Vuoi saperne di più sul DJI Phantom 4? Clicca qui per vedere la recensione completa.

I migliori droni del 2017: miglior drone professionale, Yuneec H520

I migliori droni del 2017 - Yuneec H520 - ProjectEMS

Tra i migliori droni del 2017 troviamo anche una novità di casa Yuneec, da poco sul mercato è lo Yuneec H520, un drone esacottero creato per l’utilizzo professionale, in particolare per applicazioni di ispezione, forensi, per la sicurezza, edilizia, ecc.
Leggermente più grande del Typhoon H, l’H520 ha un diametro di 520mm, come fa intuire il nome.
E’ possibile creare i waypoint e effettuare missioni di volo automatiche, grazie al radiocomando con schermo integrato. Un aggiunta recente, in quanto prima non era purtroppo possibile fare questa operazione con lo stesso radiocomando.

Particolare scelta di Yuneec è quella di vendere il drone solo ed esclusivamente tramite una rete di commerciali di casa Yuneec: un’idea pensata al fine di mostrare come sia un drone venduto da professionisti ad altri professionisti. Non lo troverete quindi in vendita negli store online o nei negozi, ma l’unico modo per averlo è contattare Yuneec.

Il payload dello Yuneec H520 è intercambiale, infatti il mezzo è possibile acquistarlo anche senza payload.
Potrete scegliere tra:

  • E90, una camera per riprese video
  • E50, una camera da ispezione con possibilità di ampio zoom
  • CGOET, una camera termina con doppio obiettivo, sia visivo che termico.

Nel video sottostante al minuto 1:49, potete trovare un’intervista al responsabile commerciale italiano di Yuneec, che ci parla dello Yuneec H520.

Vuoi saperne di più sullo Yuneec H520? Clicca qui per vedere la recensione completa.

I migliori droni del 2017: miglior drone professionale, DJI Matrice 600

I migliori droni del 2017 - DJI Matrice 600 Pro - ProjectEMS

Alla lista vogliamo aggiungere anche il DJI Matrice 600, un drone per uso professionale perfetto per essere considerato uno dei migliori droni del 2017.
Il DJI Matrice 600 è un drone modulare con possibilità di carico fino a 6Kg, carico che può essere utilizzato per fotocamere professionali, termocamera, camere per ispezioni e qualsiasi carico utile al lavoro da svolgere.
E’ possibile montare queste termocamere grazie ai gimbal professionali DJI della serie Ronin.

Il drone si trova in vendita in diverse configurazioni, con o senza payload. Senza payload il prezzo del solo mezzo si trova online su diversi store intorno tra i 4.000,00 € e i 8.000,00 € a seconda degli accessori contenuti nel set.

Il DJI Matrice 600 è un ottimo drone versatile per diversi tipi di applicazione: avendo più payload a disposizione è possibile utilizzare il drone per diversi utilizzi e quindi avere un drone utilizzabile sia per riprese che per fotogrammetria o ispezioni, ecc..

 

Libro L'Italia dei droni - ProjectEMS