Parrot Bebop: giocattolo o drone da lavoro aereo?

Parrot Bebop - ProjectEMS

Immagine proveniente da Wikipedia

Difficile rispondere a questa domanda. Possiamo provare a creare una risposta ripercorrendo alcuni fatti.
Andiamo prima di tutto ad analizzare gli ultimi riconoscimenti ottenuti da questo pappagallino Francese.

Il Bebop e il lavoro aereo

Due fatti importanti ci fanno associare il Bebop al lavoro aereo.
 
1)Parliamo prima di tutto della Francia. Il drone della Parrot è riuscito ad ottenere l’autorizzazione per effettuare lavoro aereo in scenario S2 e S3.
Ecco spiegati tali scenari:
-Lo scenario S2 consiste nell’operare fino a 1000 metri di distanza dal pilota anche in EVLOS e ad un’altezza inferiore ai 50 metri ma senza persone nell’area delle operazioni
-L’S3 è relativo al volo a vista negli scenari urbani e/o in prossimità di persone ed animali ma con una distanza massima dal pilota di 100m
Ulteriori informazioni qui.
 
2)Parliamo in seguito dell’Italia.
Si chiama Red Hornet il primo Parrot Bebop riconosciuto in Italia per operazioni non critiche.
È stato riconosciuto grazie ad AlphaLima, organizzazione di consulenza con la quale abbiamo una partnership attiva.
Il Bebop in questione verrà utilizzato principalmente in aree remote come supporto per attività di monitoraggio strutture.
Ulteriori informazioni qui.

I video del Bebop

Parrot Bebop Drone Youtube 1 - ProjectEMS
Parrot Bebop Drone Youtube 2 - ProjectEMS

Banner Videocorso Gratuito Lavoro con i Droni