Recensione Parrot Bebop 2

Recensione Parrot Bebop 2

Recensione Parrot Bebop 2 - ProjectEMS

La Parrot è una famosa società tecnologica nota per prodotti di automobili. Nel momento del boom dei droni ha deciso di lanciarsi in questo mercato con successo. Dapprima con il Parrot AR Drone, inseribile nella categoria dei droni giocattolo, e poi con il Parrot Bebop, un vero e proprio drone semi-professionale.
Il Parrot Bebop 2 è l’ultimo uscito della serie Bebop ed è uscito in diverse varianti in cui però non cambia il drone ma solo gli accessori vari.

Unboxing

Acquistando il Parrot Bebop 2 ci arriva il tipo scatolone Parrot, pieno di immagini e descrizioni del prodotto. Sfondo bianco e molte figure esplicative questa è la firma della società Parrot. Aprendo il pacco troviamo all’interno i seguenti prodotti:

  • Il Parrot Bebop 2
  • La batteria e gli accessori per la ricarica
  • Le eliche
  • Degli accessori vari
  • Manuali

Acquistando il Kit FPV riceverete in aggiunta la radio (che nel kit base non è compresa) e gli occhiali FPV.
Acquistando il Kit Adventurer ricevere tutto ciò che è contenuto nel kit FPV, in più lo zaino per escursioni e il codice per riscattare l’App “Follow-me – GPS e rilevamento visivo”.
Acquistando il Kit Xtreme Adventurer riceverete tutto ciò contenuto nel kit Adventurer con in aggiunta due batterie e due set di eliche.

Unboxing Parrot Bebop 2 - ProjectEMS-min

Design

Il design del Parrot Bebop 2 è veramente unico. Un design molto elegante e di gusto molto occidentale. Il Parrot Bebop 2 è un quadrirotore di piccole dimensioni. Il colore principale è la plastica. Il colore principale è il nero e il colore secondario può essere scelto tra bianco e rosso. La camera è posizionata frontalmente. Le eliche sono di colore diversi per la parte frontale e la parte posteriore per riconoscere facilmente il fronte del drone.

Specifiche tecniche

Camera
La camera di cui è dotato il DJI Parrot Bebop 2 è una camera grandangolare da 14Mp con un sensore CMOS da 1/2,3″, installata nel drone, la stabilizzazione del video avviene su tre assi. Il Parrot Bebop 2 ha un sistema esclusivo di stabilizzazione digitale dell’immagine. Può girare video fino a 1080p (FullHD)
 
Batteria e Dati di volo
Il Parrot Bebop 2 è dotato di una batteria Li-Po ricaricabile da 2700mAh. Grazie a questa batteria Parrot dichiara un’autonomia di volo pari a 25 minuti. La velocità massima di questo mezzo è di circa 16,7 m/s e può resistere a un vento pari a 60km/h.
 
Radio
Il Parrot Bebop 2 è pilotabile anche senza radio tramite dispositivo mobile, tuttavia questo gli da un range piuttosto limitato.
La radio del Parrot Bebop 2 è fortemente consigliata per il pilotaggio. I primi Bebop 2 erano venduti con lo Skycontroller 1, mentre ora il controller è di dimensioni molto più contenute e di peso minore, si chiama Skycontroller 2. La radio funziona sulle frequenze dei 2,4GHz e ha una portata del segnale fino a 2Km.
Lo Skycontroller 2 è un’ottima radio tuttavia in alcuni casi presenta piccoli problemi di perdita del segnale e difficoltà di riagganciarsi al mezzo.
 
Video Recensione Parrot Bebop 2 - Projectems-min
App
La Parrot fornisce un’App gratuita con possibilità di acquisto della modalità “Follow-me – GPS e rilevamento visivo” riservate ai kit Adventurer. L’App si chiama Freeflight Pro ed è scaricabile sia per Android che per IOS. Tramite App è possibile vedere il video in tempo reale del drone e pilotarlo. Infatti nel kit base in cui non è presente la radio, è possibile pilotare il mezzo esclusivamente con l’App, anche se tuttavia non lo consigliamo a causa delle frequente disconnessioni dovute al wi-fi.
 
Peso
Il Parrot Bebop 2 ha un peso di 500g. Tuttavia è possibile alleggerirlo per portarlo entro i 300g con gli appositi servizi di alleggerimento. Infatti con il Parrot Bebop 2 entro i 300g è possibile richiedere il riconoscimento come operatore di un mezzo entro i 300g, per cui tutte le aree sono considerate non critiche. Se invece preferite non modificare il vostro Bebop 2 per volare in zona urbana è possibile richiedere l’autorizzazione per gli scenari critici standard S1. Inoltre è possibile richiedere anche gli scenari standard S4 (su cantieri e infrastrutture lineari) o S6 (in area extraurbana per riprese cinematografiche).
Tuttavia anche se c’è la possibilità di ottenere l’autorizzazione per questi scenari, consigliamo a chi vuole lavorarci, di alleggerirlo entro i 300g.
 
Autopilota
Il Parrot Bebop 2 dispone di un autopilota che è compatibile con il firmware APM:Copter della famiglia Ardupilot. Questo rende quindi possibile personalizzare tutti i parametri di volo e sperimentare le opzioni avanzate che offre APM:Copter, possibilità molto interessante per chi ama sperimentare sui propri mezzi. Maggiori informazioni sul sito ufficiale di Ardupilot.
 
Autopilota Parrot Bebop 2 - ProjectEMS

Conclusione

Il Parrot Bebop 2 è un ottimo drone per il periodo in cui è uscito. Tuttavia ora l’uscita del DJI Spark, sta facendo parecchia concorrenza a questo mezzo, grazie alle nuove tecnologie di cui DJI ha dotato lo Spark (se interessati al DJI Spark, andate a leggere il nostro articolo a riguardo).
Resta comunque una buona scelta sia per chi cerca un drone da hobby che per chi ha necessità lavorative. La possibilità inoltre di alleggerirlo entro i 300g è veramente interessante.
Interessante tenerlo d’occhio per chi non necessità degli ultimi ritrovati tecnologici (4K, sensori anti-collisione, ecc.) per il prezzo interessante che forse, vista l’uscita del DJI Spark, scenderà ulteriormente.
 

Acquista Documentazione - ProjectEMS