Recensione Yuneec Typhoon H Plus

Recensione Yuneec Typhoon H Plus

Yuneec Typhoon H Plus - ProjectEMS

Introduzione Yuneec Typhoon H Plus

Yuneec Typhoon H plus è stato presentato al CES 2018 come gioiello di punta della casa di produzione Yuneec. La data di uscita prevista si vocifera sia fine marzo 2018, tuttavia sul sito ufficiale non è scritta nessuna data prevista per il rilascio del mezzo.
Volete scoprire di più su questo mezzo? Continuate a leggere questa recensione dello Yuneec Typhoon H Plus.

Il drone illustrato in questo articolo non è al momento ancora uscito. Quando verrà rilasciato sul mercato, aggiorneremo il presente articolo con la nostra opinione dopo la prova pratica del drone.

Design Yuneec Typhoon H Plus

Il design dello Yuneec Typhoon H Plus, è veramente molto simile a quello del Typhoon H precedente. Il colore principale è il nero per tutte le parti del drone, a parte il logo e qualche piccola rifinitura color acciaio. Il materiale principale è la plastica. Il drone è solo di colore nero, colore che gli confereisce una certa eleganza.

Modalità di volo Yuneec Typhoon H Plus

Il Typhoon H Plus dispone di diverse modalità di volo automatiche, modalità che aiutano anche i piloti più inesperti a fare voli in sicurezza e riprese perfette. Vediamo qui di seguito le modalità principali:

  • Orbit me: il drone vola intorno al pilota mantenendo una traiettoria circolare e la fotocamera puntata sul pilota
  • Point of interest: il drone vola intorno a un punto stabilito precedentemente mantenendo una traiettoria circolare e la fotocamera puntata sul punto deciso
  • Journey: il drone vola in autonomia fino a 90m di distanza, ritorna e in contemporanea scatta un selfie
  • Follow me / Watch me: il drone segue il pilota e mantiene la fotocamera puntata su di lui
  • Curve cable cam: il drone segue una rotta creata e memorizzata precedentemente. La camera è controllabile a parte.
  • Return Home: il drone tornerà in autonomia e atterrerà a 8 metri di distanza.

Specifiche tecniche Yuneec Typhoon H Plus

Camera
La camera in dotazione allo Yuneec Typhoon H Plus è la C23, ed è dotata di un sensore 1” CMOS e una risoluzione video 4K da 60FPS. I pixel effettivi sono 20Mpx. La camera è supportata da un gimbal a 360° come per anche i mezzi precedenti di questa serie-

Sensori anti-collisione
Come per i mezzi DJI, anche lo Yuneec Typhoon H Plus sarà dotato di sistemi anti-collisione. Tuttavia questo sarà opzionale: sarà quindi possibile acquistare il drone senza Real-Sense (il sistema anti-collisione sviluppato da Intel per Yuneec) o con Real-Sense.
Il Real-Sense funziona a una velocità massima di 4m/s e si basa su un sensore ultrasonico. L’altezza deve essere maggiore di 1,5m e la distanza dagli ostacoli inferiore a 5m.

Batteria e dati di volo
La batteria equipaggiata dallo Yuneec Typhoon H Plus è una batteria 4S da 5250mAh. Questa gli conferisce un’autonomia di volo pari a 25 minuti (con la camera C23). La velocità massima è di 13,5m/s, mentre il massimo vento supportato non è specificato nel sito ufficiale del produttore.

Radio
Questo drone è equipaggiato con la radio tipica dei droni Yuneec: basata su Android e con schermo incorporato. La radio ha 16 canali e ha uno schermo da 7”. Funzionante sulla frequenza dei 2,4GHz e 5,8GHz. E’ alimentata da una batteria Li-ion da 8700mAh 3,6V. I dati telemetrici del drone sono visualizzati direttamente sullo schermo.

Peso
Lo Yuneec Typhoon H Plus ha un peso di 1645g senza camera. Con la camera C23 (350g), il peso arriva a minimo 1995g. Non è specificato se nel peso dichiarato rientra o meno il Real Sense. Quindi questo drone potrebbe rientrare nella categoria dei droni sotto i 2Kg (stando attenti ai pesi e agli accessori aggiunti) o sotto i 25Kg.

Conclusioni

Questo drone rappresenterà il top della gamma della Yuneec. Dalle specifiche il drone sembra un ottimo mezzo, dotato di sensori anti-ostacoli e camera 4K con 60FPS. Peccato per il peso e le dimensioni del mezzo: sembrerebbe invece che DJI si stia muovendo verso un mercato di droni leggeri e portatili, come il Mavic Air o lo Spark, mentre Yuneec rimane su pesi e dimensioni decisamente maggiori. Ulteriori informazioni le scopriremo all’uscita effettiva, che dovrebbe essere prevista per fine marzo 2018.

 

Libro L'Italia dei droni - ProjectEMS