Recensione Yuneec Typhoon H

Recensione Yuneec Typhoon H

Recensione Yuneec Typhoon H - ProjectEMS

Yuneec è l’unico altro produttore internazionale di droni che cerca di tenere testa al colosso dei droni DJI. Soprattutto con il suo ultimo drone, lo Yuneec Typhoon H, la Yuneec è riuscita a tornare in gioco molto bene. Se il predecessore, lo Yuneec Q500 4k, ricordava vagamente il DJI Inspire, con quest’ultimo la Yuneec ha cambiato design e funzionalità, soprattutto ha deciso di produrre un esarotore.
Volete saperne di più sullo Yuneec Typhoon H? Continuate a leggere il nostro articolo, una guida specifica sulle caratteristiche di questo mezzo.

Unboxing

Il Typhoon H arriva all’interno di una scatola bianca con maniglia, per avere la possibilità di utilizzare la stessa scatola per il trasporto. All’interno della confezione del pacchetto base troviamo:

  • il Typhoon H
  • La radio
  • La camera con gimbal
  • La batteria e tutti gli accessori per la ricarica
  • Accessori vari

Acquistando il pacchetto Typhoon H Pro riceverete una batteria aggiuntiva, lo zaino per il trasporto e il telecomando wizard.
Acquistando il pacchetto Typhoon H Pro Intel RealSense riceverete tutto ciò che è contenuto nel pacchetto Pro con, in aggiunta, il modulo Intel RealSense.

Unboxing Yuneec Typhoon H - ProjectEMS

Design

I droni Yuneec possiamo vedere come di design prendano grande ispirazione dal colosso DJI: questo si notava soprattutto con i modelli precedenti, leggermente simili al DJI Inspire. Tuttavia hanno deciso, in quanto a design, di provare una strada differente con il Typhoon H, hanno deciso di produrre un esarotore. In realtà questo non cambia solo il design, ma questo lo vedremo in seguito. Molto apprezzabile il fatto che le braccia siano ripiegabili, così da permettere un più facile trasporto. Il materiale principale utilizzato è la plastica per il corpo e il carbonio per le braccia. Il colore principale è il nero, infatti il Typhoon H è un drone total black. Lo Yuneec Typhoon H non è disponibile in altre colorazioni.

Specifiche tecniche

Intel RealSense
Sicuramente una delle più grandi innovazioni portate da questo drone è il modulo creato in collaborazione con Intel, il RealSense. Il RealSense è il sensore anti-collisione dello Yuneec. Questo modulo permette al drone di creare traiettorie di volo intelligenti e di evitare gli ostacoli sul suo cammino. Una volta riconosciuto l’ostacolo, il modulo RealSense lo memorizza in quella determinata posizione e lo ricorda per le future missioni. Yuneec sul suo sito non dichiara quanto è la larghezza minima dell’ostacolo per poterlo evitare, ma afferma che possa riconoscere dal ramo più piccolo all’ostacolo più grande. Peccato per questa mancanza di dati tecnici a riguardo, tuttavia è un Add-on davvero interessante.
Ricordiamo che il modulo Intel RealSense è disponibile in acquisto separato o solo acquistando il pacchetto Yuneec Typhoon H PRO Intel RealSense.
 
Real Sense Yuneec Typhoon H - ProjectEMS
 
Telecomando Wizard
Si tratta di un telecomando, compreso nel pacchetto Typhoon H PRO, che ha esattamente la forma di un telecomando della televisione. Con questo è possibile far eseguire al drone delle modalità automatiche con pochi clic. La Yuneec sponsorizza questo telecomando ideale per chi vuole fare sport: infatti selezionando l’opzione “Follow me”, è possibile inserire il telecomando in apposita fascia sul braccio e il drone seguirà il pilota mentre fa bici, snowboard, ecc. Massima attenzione se utilizzate questa funzione senza avere il pacchetto RealSense, in quanto il drone non rileva autonomamente gli ostacoli.
 
Camera 4K
La camera di cui è dotato il mezzo è la CGO3+. È una camera dotata di sensore 1/2.3″ CMOS, in grado di girare video fino a 4K in 30fps. È una camera a 12,4Mp. La camera è sostenuta da un gimbal a 3 assi, quindi in grado di effettuare rotazioni a 360°
 
Termocamera
Lo Yuneec Typhoon H vanta anche la possibilità di montare una camera termica apposita per questo mezzo. La camera si chiama CGOET ed è stata creata appositamente per questo drone. Questa camera ha due obiettivi, uno per visione termica e uno per visione notturna che possono essere utilizzati separatamente o insieme. La camera è fissata su un gimbal a 3 assi e può ruotare a 360°.
 
Termocamera Yuneec Typhoon H - ProjectEMS

Batteria e dati di volo
La batteria utilizzata dal Typhoon H è una Li-Po da 5400mAh 4S. Con questa batteria il drone ha un’autonomia di volo dichiarata di 25 minuti. La velocità massima del drone è di circa 19,4 m/s. Purtroppo a riguardo della velocità massima di vento sopportata dal mezzo, Yuneec non ci da’ informazioni.
 
Radio
La radio del Typhoon H si chiama ST16, è una radio con schermo incorporato da 7” per visionare in tempo reale ciò che vede il drone. La radio funziona sulle frequenze dei 5,8GHz e ha una portata fino a 1,6 Km. Ricordate di utilizzare sempre le potenze permesse secondo la legislazione europea e italiana!
 
Ridondanza dei motori
Lo Yuneec Typhoon H è un mezzo con 6 motori ridondanti. Cosa significa questo? Vuol dire che in caso di failure di un motore il mezzo riesce a rimanere in volo e a atterrare sano e salvo. Ovviamente il mezzo non è costruito per volare con 5 motori e quindi una volta effettuato l’atterraggio di emergenza è necessario riparare o sostituire il motore non funzionante.
Vi invitiamo a cercare su Youtube la keyword “Yuneec Typhoon H 5 motor mode”: troverete diversi video che mostrano il mezzo in volo con solo 5 motori.
 
Peso
Il Typhoon H pesa 1,9Kg. Con il modulo Intel RealSense il peso raggiunge i 2,06Kg.
Una differenza significativa in Italia, in quanto il mezzo sotto i 2kg potrebbe essere approvato per le operazioni critiche standard in scenario S1 SENZA terminatore. Mentre superando i 2Kg il terminatore è obbligatorio in quanto si passa in fascia S2.
Considerando questi pesi con il mezzo è possibile ottenere l’autorizzazione per gli scenari critici standard S1/S2 (in scenario urbano), S4 (in cantieri o infrastrutture lineari) o S6 (in area extraurbana per riprese cinematografiche).
 
Recensione Yuneec Typhoon H Conclusione - ProjectEMS

Conclusione

Ottimo mezzo considerando la presenza di 6 rotori e la presenza del RealSense. Peccato che il RealSense sia un modulo aggiuntivo e contenuto solo nel pacchetto più costoso, mentre per il competitor DJI, i sensori anti-collisione sono ormai presenti in tutti i mezzi, anche se magari nella versione meno completa nei droni di fascia più bassa. Il Typhoon H è un ottimo mezzo con una buona autonomia, l’acquisto con il RealSense della Intel ne vale sicuramente la pena.
 

Acquista Documentazione - ProjectEMS