Servizi con il Drone: perché abbiamo bisogno di nuovi competitor che sanno far marketing?

Droni Competitor ProjectEMS
Perché creare/formare più realtà strutturate che si occupano dei servizi con Drone non ci mette in diretta concorrenza l’uno con l’altro? In realtà rispondere a questa domanda non è per nulla semplice. Bisognerebbe analizzare diverse casistiche e bisognerebbe trasferire al lettore delle competenze di Marketing e di Analisi di mercato, cosa non semplice da fare in un articolo di poche pagine.
Tuttavia proveremo a semplificare estremamente questo argomento e proveremo a spiegare quando è un bene il fatto che ci siano dei competitor, quando i competitor fanno bene anche a noi stessi.

Potremmo iniziare a parlare di teoria dei giochi, di massimo profitto, di trend di mercato e di costo del marketing, ma non lo farò. Partiamo da qualcosa di più semplice.

I nostri genitori e i nostri nonni conoscono i servizi con Drone?

Prendiamo i nostri parenti, le nostre mamme, i nostri papà, i nostri nonni. Quanti di loro sanno che fare un ispezione del proprio tetto con il drone può essere rapido, economico e conveniente? Quanti di loro sanno che possono regalare al figlio, che si sta per sposare, un servizio video del matrimonio effettuato con Drone e che lo stesso servizio deve essere effettuato in una certa maniera per essere legale?

Si, è vero, qualcuno lo sa. Qualcuno lo sa. Ma NON tutti. Per la massa, per il grande pubblico, questi servizi con i Droni sono ancora qualcosa di sconosciuto. Ancora troppe poche persone appartenenti al grande pubblico sanno dell’esistenza di questi servizi. Ed attualmente, in Italia, nel 2018, esistono poche aziende realmente strutturate in grado di offrire alcune tipologie di servizi.

Ciò che stiamo spiegando in questo articolo è la semplificazione testuale di un’analisi di marketing che abbiamo fatto all’interno della nostra azienda.

Il mercato non deve essere a zero

Proviamo a spiegare un concetto semplice: quando un professionista può investire su un dato servizio o su un dato mercato? Quando c’è concorrenza.
Quando c’è una giusta concorrenza, quando non è troppo alta ne assente.
Se non c’è concorrenza molto probabilmente non c’è nemmeno richiesta di mercato, e di fatto questo significa guadagno zero.
Se ci sono troppi concorrenti, inserirsi può diventare difficile.
Ovviamente questo concetto è riferito per i piccoli professionisti, per le piccole aziende e per le medie aziende. Quando si parla di grandi aziende le logiche di mercato sono differenti.

In pratica, quando investire nell’erogazione di un dato servizio o quando inserirsi in un nuovo mercato? Quando c’è concorrenza! (…ma anche quando questa concorrenza non è troppo elevata).

Non si può negare che questo concetto è stato semplificato in maniera estrema: bisognerebbe spiegare le basi che vivono dietro questo concetto, ma ai fini dell’articolo lo prenderemo per corretto senza approfondire. Approfondiremo in seguito altrove.

Cosa creano nel mercato i concorrenti per un dato prodotto o servizio? Creano consapevolezza e ampliano il pubblico. Fanno si che le persone conoscano quel dato prodotto o servizio e quindi di conseguenza ne beneficiano anche i competitor diretti.

Ci sono più persone che conoscono il gealto o il bubble tea?

Un esempio sicuramente fuori luogo, ma ideale per capire il concetto è il seguente.
Magari succede che in famiglia, un caldo pomeriggio di estate, decidiamo di uscire… e proponiamo a tutti di andare a comprare il gelato. Tutti sappiamo cos’è un cono gelato, nessuno ci deve spiegare di cosa si tratta. Andiamo in una gelateria e lo compriamo.
Tuttavia in quanti conoscono il Bubble Tea? Sicuramente meno persone di quelle che conoscono il cono gelato. Il Bubble Tea è un trend che ha iniziato a diffondersi davvero in Italia nel 2018, ne consegue che molte persona non sanno cosa sia. E tra le persone che non sanno dell’esistenza del Bubble Tea, magari c’è proprio qualcuno che scoprirà preferire il Bubble Tea al gelato.
Tuttavia, questa persona per scoprire la sua preferenza deve prima di tutto venire a conoscenza del Bubble Tea, e dopodiché provarlo.

Facciamo conoscere i servizi con Drone

Vale lo stesso con i Droni.
Aziende più strutturate oppure one-man-band (si perché anche gli one-man-band possono guadagnare con i droni se correttamente strutturati nello svolgimento della loro attività) che fanno comunicazione, che comunicano ad un pubblico non tecnico, che pubblicizzano i loro servizi, fanno “del bene” anche a tutti gli altri operatori. Tutti noi beneficiamo del fatto che vengono informate più persone dell’esistenza dei servizi con Drone.
Questa è la nostra opinione attuale. Secondo noi questo momento è fondamentale per noi operatori far conoscere i servizi con Drone ad un pubblico più vasto possibile.

Scarica quattro video gratuiti sul Business con i Droni

Per questo motivo vogliamo aiutare altre persone a fare guadagnare con i droni, vogliamo creare nuovi competitor (frase appositamente provocatoria 😛 ), e per questo motivo abbiamo preparato quattro video completamente gratuiti sul Business con i Droni