Come stipulare polizze assicurative per droni

Come Stipulare Una Polizza Assicurativa Per Droni - ProjectEMS
Oggi sul mercato esistono un numero incredibile di droni, ognuno destinato ad un proprio uso e al livello di specializzazione del pilota. Non è semplice orientarsi sul modello più adatto alle esigenze sia hobbistiche che professionali, ma per tutti è possibile individuare la giusta polizza assicurativa secondo le normative e i regolamenti vigenti nel nostro Paese.
 
Il settore dei droni ad oggi è in crescita costante, sono sempre di più gli utilizzatori e i professionisti che si affidano a questa tecnologia importante e innovativa. Fioriscono punti vendita fisici e in rete specializzati nel commercio di droni ogni giorno visto il crescente successo di questa tipologia di prodotti.
 
Esistono droni volanti, subacquei e terrestri. I primi sono quelli più comuni, in genere quadricotteri, e vengono impiegati per riprese dall’alto, fotogrammetrie e mappature. Quelli subacquei invece sono perfetti per l’esplorazione di fondali e per il monitoraggio dell’ambiente acquatico. I droni terrestri sono simili a delle piccole automobili e si rivelano fondamentali per ispezioni e riprese dal basso.
 
I minidroni sono l’apparecchio ideale per chi si approccia per la prima volta all’utilizzo di questa tecnologia. In genere questi droni mini sono completi di tutte le funzioni, hanno un peso e una dimensione ridotti. I minidroni dispongono di fotocamere e videocamere di media risoluzione e qualità che permettono ai neofiti di creare immagini di discreto livello.
 
Un modello prosumer è l’ideale per chi sta sviluppando il proprio hobby e chi sta iniziando a percorrere una via professionale. Questi modelli sono dotati di foto e videocamere di buona qualità, ma possono anche sollevare piccole videocamere compatte.
Infine il mercato dei droni propone gli APR per i professionisti, si tratta di modelli più grandi che possono caricare fotocamere e telecamere molto grandi come quelle impiegate per le riprese cinematografiche.
 
La normativa vigente del Regolamento ENAC per i Mezzi aerei a pilotaggio remoto del 16 dicembre 2013 prevede l’obbligo di sottoscrivere una polizza assicurativa di responsabilità civile contro terzi per i droni per l’uso professionale. Per gli hobbisti invece la polizza assicurativa non è obbligatoria, ma è consigliata per tutelarsi in caso di piccoli incidenti che arrechino danni a terze persone.
 
I prezzi delle polizze assicurative per droni variano a seconda della destinazione d’uso e del peso dell’apparecchio. Nel caso degli amatori che posseggono droni di peso inferiore ai 2 kg il prezzo è annuale non arriva a 50 euro anche con le clausole più avanzate. Per i professionisti invece i prezzi partono da circa 200 euro all’anno per i più piccoli considerati inoffensivi e da 260 euro circa per i modelli invece non inoffensivi. Le polizze possono essere stipulate per tutto l’anno oppure per un periodo di tempo limitato come ad esempio 1-3 mesi nel caso di progetti a termine o di un hobby che viene seguito durante l’estate.
 
Le polizze assicurative per droni sono volte a coprire eventuali danni a terzi causati da:

  • – riprese fotografiche, cinematografiche, televisive e termografiche
  • – rilevamenti ottici e termici
  • – monitoraggi ambientali
  • – rilievi fotogrammetrici
  • – mappature del terreno
  • – investigazioni e osservazioni ambientali
  • – videosorveglianza e pattugliamento di piccole aree
  • – valutazione di stato delle infrastrutture e controlli tecnici di fabbricati con infrarossi.

Vogliamo inoltre aggiungere che esistono speciali polizze assicurative apposite per i droni da 300g.
 

 

Banner Videocorso Gratuito Lavoro con i Droni