Come pubblicizzare e come vendere i servizi effettuati con i Droni

Come pubblicizzare e come vendere i servizi effettuati con i Droni? Te lo illustriamo in questo articolo che fa riferimento ad un VLOG girato da Andrea che parla proprio di questo argomento.
Trovi il VLOG qui:

 
All’interno di questo articolo parleremo delle basi per pubblicizzare e vendere i servizi effettuati con i droni, che essi siano servizi di ispezione, riprese aeree, fotogrammetria o altro ancora.

Saper fare il proprio lavoro

Il punto chiave è saper fare il proprio lavoro. Punto chiave spesso sottovalutato. Se si vendono servizi di fotogrammetria è fondamentale saper fare fotogrammetria, essere esperti di fotogrammetria.
Purtoppo con l’avvento dei social network sempre più persone fingono di essere capaci, e spesso queste stesse persone si credono capaci, anche senza avere la dovuta esperienza. Questo fa si che molte persone non qualificate effettuino servizi con i droni, che essi siano un’ispezione, una ripresa aerea oppure un servizio di fotogrammetria.

Il punto chiave diventa quindi: saper fare il proprio lavoro.

Il punto chiave diventa quindi: saper effettuare un servizio con drone e solo dopo pensare a venderlo.

Questo punto per molti può sembrare scontato, ma la nostra esperienza ci ha mostrato che non è così, la nostra esperienza ci ha mostrato che fin troppo spesso ci si scontra con i “dronisti della domenica” che non hanno molte delle competenze tecniche per svolgere il servizio da loro scelto.

Quindi il primo punto è: saper effettuare il servizio con drone che si è scelto.

Quindi, di nuovo, come vendere i servizi effettuati con drone? Il primo punto per farlo, il primo punto per arrivare a venderli è: saperli fare, saper effettuare il servizio scelto, saper fare il proprio lavoro.

Il portfolio

Per poter vendere un servizio con drone bisogna sì saperlo fare, ma bisogna anche saper mostrare ai nostri potenziali clienti che sappiamo farlo.
Ecco che entra in gioco il ruolo del portfolio.

Per la vendita dei servizi è fondamentale avere un portfolio, che può essere sotto forma di pagina web oppure di uno o più video.

Il nostro cliente finale deve poter vedere, PRIMA di sceglierci, le tipologie di lavori che abbiamo fatto in passato.
Secondo noi il portfolio deve essere pubblico e ben visibile, di modo che l’eventuale cliente possa consultarlo con facilità a suo piacimento, quando desidera.

E se non ho un portfolio?

Se non hai un portfolio fallo!

Per iniziare non è sempre necessario avere un portfolio con dei super lavori, a volte basta crearsi il portfolio con gli strumenti che abbiamo a disposizione.

Ecco un esempio:
Fai riprese aeree?
Prendi il treno, visita i luoghi più belli di Italia dove è possibile volare legalmente con il drone, fai dei video e mettili nel tuo portfolio.
Quello sarà il tuo portfolio.
Un portfolio di questo tipo è utile per iniziare.

In questo modo qualsiasi clienti può rendersi conto che dall’altra parte non ci sono solo “chiacchiere” ma una capacità di portare FATTI.

Come pubblicizzare e come vendere i servizi effettuati con i droni: le quattro fonti di acquisizione clienti

I clienti si possono acquisire casualmente, oppure con metodi poco efficaci, che fanno “spendere” tante energie.
La cosa migliore da fare per evitare di acquisire clienti con metodi casuali, poco efficaci oppure incredibilmente faticosi e dispendiosi è parlare con un pubblico in target.

Se vendiamo un nuovo detersivo per i piatti è bene parlare con chi lava i piatti, saranno più inclini a comprarlo.

Se vendiamo un servizio con i droni è bene parlare alle persone a cui è davvero utile quel dato servizio.

Se vendiamo delle ispezioni tetto con drone allora è bene parlare con coloro che necessitano di un’ispezione tetto.

La chiave per vendere servizi con i droni è parlare con il pubblico giusto, con il pubblico in target.

Questo concetto è FONDAMENTALE. Viene troppo spesso sottovalutato e molte volte non viene capito.

Ripetiamolo per sicurezza…

Come pubblicizzare e come vendere i servizi effettuati con i Droni? Parlando con il pubblico in target.

Esistono quattro metodi, ecco qui seguito l’elenco:

  • Google AdWords: pagando è possibile mostrare i nostri annunci a persone che cercano quella data parola chiave, è così possibile “parlare” a delle persone che stavano cercando quella data cosa, quel dato servizio.
  • SEO: stessa cosa di Google AdWords, tuttavia bisogna indicizzare un certo tipo di contenuto, tuttavia richiede molto più tempo dei metodi Pay-per-Click. Sicuramente è un’altra metodologia molto valida, sicuramente è da approfondire.
  • Facebook Ads: grazie alla tecnologia di facebook è possibile “targettizzare” solo un certo tipo di persone, persone che hanno determinati interessi. In pratica è possibile far vedere la nostra inserzione solo alle persone che hanno determinati interessi, parlando così a pubblico in target. Inoltre è possibile tracciare diverse metriche, così da avere un risultato matematico per comprendere se la nostra inserzione “converte” (acquisisce contatti e/o clienti) oppure no.
  • Convegni e fiere di settore: se offriamo un servizio utile, per esempio, ai Geometri, allora sarà interessante andare a parlare pubblicamente ad un convegno per Geometri, perché in quel modo staremmo parlando ad un pubblico in target. Questo si può replicare per qualsiasi categoria e/o qualifica professionale. Il concetto importante da comprendere é: bisogna parlare a pubblico in target.

Come pubblicizzare e come vendere i servizi effettuati con i droni: risorse utili

Questo articolo comunicava le BASI per pubblicizzare e vendere servizi con i droni, ne consegue che non è tutto qui, c’è molto da approfondire, molto da studiare.
Qui di seguito due risorse utili per apprendere, per approfondire:

 

Banner Videocorso Gratuito Lavoro con i Droni