Modelli 3D con drone: ortomosaico o modello 3D?

Modelli 3D con Drone? Fare solo il modello 3D dell’area di interesse oppure fare anche l’ortomosaico? In realtà possiamo fare senza troppi problemi entrambi, ma andiamo ad approfondire questa affermazione, cerchiamo di capire i perché. Iniziamo con un video e proseguiamo con una spiegazione testuale.

Video: Modelli 3D con drone: ortomosaico o modello 3D?

Modelli 3D con Drone: non servono i GCP se vuoi solo un risultato grafico

Se il mio interesse è un semplice modello 3D senza alcuna valenza metrica non ho bisogno di alcun tipo di GCP. Mi basta scattare le foto con il drone e darle “in pasto” al software di elaborazione immagini.
Il software elaborerà per me le immagini e mi restituirà il modello 3D, che tuttavia, se cercherò di utilizzarlo per fare delle misurazioni, non saranno estremamente precise, anzi.
Quindi, se il mio scopo è avere un modello 3D che serve solo a scopo grafico, solo a scopo di mostrare una determinata zona, un determinato fabbricato, ecc, allora possono NON utilizzare i GCP: mi basterà scattare le foto con il drone e fare elaborare dal software.
Ovviamente le foto per un modello 3D vanno scattate correttamente e non “a casaccio”. Ci sono anche delle app, dei software che possono aiutarci in questo processo. Un esempio è Pix4D Capture.

Ortomosaico con Drone: servono i GCP

Chiaramente sulla maggior parte dei software che permettono di elaborare le immagini aeree scattate con Drone, posso cliccare su “Genera ortomosaico” anche senza aver mai preso alcun GCP, tuttavia non avrò un’ottima precisione metrica, anzi, l’esatto contrario.

Se voglio fare un ortomosaico che sia valido a fini metrici, che possa essere realmente utile per fare delle misurazioni precise, nella stragrande maggioranza dei casi, i GCP servono.

Quindi se voglio generare un ottimo ortomosaico, utile a fini metrici, preciso: ho bisogno di non affidarmi SOLO e SOLAMENTE al georeferenziazione delle immagini data dal drone, ma avrò bisogno anche di strumenti quali stazione totale e/o asta GPS topografica.

Perchè se uso i GCP posso fare sia modello 3d con drone che ortomosaico

Nella gran parte di software che permettono di elaborare le immagini aeree scattate con Drone, il modello 3D è uno dei passaggi standard, così come le è l’ortomosaico.
Se abbiamo scattato in modo corretto le foto, se abbiamo lavorato bene con i GCP ed abbiamo inserito i dati correttamente nel software, generare sia ortomosiaco che modello 3D sarà solo una questione di fare un paio di clic in più, senza dover in alcun modo cambiare alcun tipo di impostazione.
Quindi, se abbiamo preso i GCP, fare sia modello 3D che ortomosaico è semplicemente una questione di clic: se abbiamo scattato bene le foto ed abbiamo già inserito correttamente i dati dei GCP, abbiamo già tutto predisposto per generare entrambi.

Articoli precedenti sulla fotogrammetria con Drone

All’interno del nostro sito abbiamo pubblicato diversi articoli che parlando di fotogrammetria con Drone. In particolare ci sentiamo di segnalarvi qui i seguenti due:

Queste sono solo le basi

Queste sono solo le basi, questa è una delle basi della fotogrammetria con drone. Se desideri realmente approfondire, noi di ProjectEMS abbiamo un programma di apprendimento da 0 a 100 su tutto ciò che riguarda le applicazioni professionali dei Droni (fotogrammetria compresa).
Per scoprire di più sul nostro programma di apprendimento, che si chiama Drone3, clicca sul banner presente qui sotto.
Il banner presente qui sotto ti poterà al nostro videocorso gratuito sul lavoro con i droni, che è il preludio a Drone3: esatto, è possibile accedere al nostro programma di apprendimento (Drone3) solo e solamente dopo aver completato il videocorso gratuito linkato sul banner presente qui sotto.

 

Banner Videocorso Gratuito Lavoro con i Droni