Naze32: firmware disponibili

Naze32: firmware disponibili

Introduzione

In questo articolo si parlerà dei firmware disponibili per il controllore di volo Naze32, andando ad individuare differenze e peculiarità dei due prodotti disponibili.

Naze32 - ProjectEMS

Il Naze32 non sempre viene fornito con un firmware preinstallato ed in ogni caso è sempre consigliabile installare l’ultima versione dei firmware disponibili (a seconda delle proprie necessità) scegliendo tra: Baseflight, Cleanflight e Betaflight.
È possibile configurare ed installare questi firmware utilizzando delle applicazioni o estensioni del browser Chrome (Web Store) avendo in questo modo il vantaggio di essere compatibili con tutte le piattaforme per supportano tale browser. Dal punto di vista hardware per poter trasferire il codice dal pc alla board Naze32 si utilizza un semplice cavo usb.

Caratteristiche dei firmware

Attualmente, come anticipato nell’introduzione, flight controller NAZE32 supporta 3 differenti tipologie di firmware: Baseflight, Cleanflight e Betaflight. Vediamole nel dettaglio:

Baseflight

Il firmware sviluppato da Timecop, che è anche il fondatore della board e di conseguenza risulta essere il firmware ufficiale della scheda. In realtà le prestazioni che offre baseflight sono notevolmente inferiori a quelle offerte dai concorrenti non ufficiali. In realtà per un utente che si addentra per la prima volta in questo campo è difficile notare le differenze in termini di performance tra questo gli altri firmware e quindi rimanere su questa versione potrebbe essere la scelta ottimale per coloro che prediligono avere un codice maturo e ben testato senza continui stravolgimenti sia dal punto di vista grafico (GUI Configurator) sia come opzioni disponibili.

Cleanflight

Questo firmware è stato sviluppato a partire dal precedente ed infatti il nome stesso sta ad indicare un tentativo di pulizia (Clean) di tutto il codice obsoleto presente in Baseflight. Attualmente è il firmware più robusto, collaudato e affidabile che garantisce ottime prestazioni abbinate a facilità di configurazione e opzioni disponibili. Questo firmware non si limita ad essere utilizzato solo su multirotori, ma trova applicazione anche su modelli ad ala fissa, supportando un gran numero di tipologie. È un prodotto open-source e rappresenta la versione per schede a 32 bit (come appunto Naze32) derivato dal codice originale a 8bit (per la board MultiWii). Tra le caratteristiche che è possibile implementare grazie a questo firmware troviamo il supporto per strip-led multicolore totalmente personalizzabile, il supporto per protocolli Dshot, OneShot e MultiShot, diversi protocolli per la telemetria, possibilità di regolazione dei PID in volo e molti altri che è possibile trovare sul sito di riferimento https://github.com/betaflight/betaflight.

Betaflight

Questo firmware, come il nome lascia intendere (beta), è una piattaforma di test per nuove funzionalità che verranno, una volta collaudate, implementate anche su cleanflight. Per questo motivo betaflight è ottimo per i racers in quanto permette di avere delle prestazioni davvero spinte ma, proprio perché spesso sono soluzioni ancora non testate, si può incappare spesso in problematiche e bug. Per scaricare il firmware basta collegarsi alla pagina https://github.com/betaflight/betaflight/releases, mentre per poter configurare la board con questo firmware bisogna utilizzare l’ultimo tool Betaflight-Configurator GUI disponibile per le versioni Windows/OSX/Linux al seguente link: https://chrome.google.com/webstore/detail/betaflight-configurator/kdaghagfopacdngbohiknlhcocjccjao. Infine è doveroso aggiungere che, essendo anch’esso un prodotto open-source, chiunque può contribuire allo sviluppo e implementazione del codice o anche alla correzione/aggiornamento della documentazione attualmente disponibile.

Configurazione della board

In questo paragrafo vedremo brevemente come configurare la board Naze32 utilizzando il firmware Cleanflight. Dato che betaflight offre funzioni più basiche e betaflight offre soluzioni per utenti avanzati, si è ritenuto opportuno far riferimento a CleanFlight; In realtà le procedure sono abbastanza simili con gli altri firmware.
Esaminiamo dunque le varie schede presenti:

Naze32 - cleanflight - ProjectEMS

Nella scheda Setup son presenti le opzioni per la calibrazione dei sensori del multicottero: calibrazione dell’accelerometro e del magnetometro.
Si procede con la scheda Ports che serve a configurare le porte UART della scheda di volo. Si faccia attenzione a non spuntare mai la casella MPS su UART1; in tal caso non sarebbe più possibile collegarsi tramite l’adattatore USB presente sulla scheda.

Nella scheda Configuration son presenti la maggior parte delle funzioni principali del firmware, in cui è possibile selezionare il tipo di modello, il protocollo degli ESC, il maximum e il minimum throttle e, nel caso il flight controller fosse orientato in modo differente dal normale, selezionare l’angolo di rotazione della scheda in Board and Sensor Alignment.

Nella scheda Failsafe, come è intuibile, si può impostare il comportamento del modello nel caso si verifichi una qualche anomalia: perdita di segnale, livello basso batteria, perdita GPS, ecc.
La scheda PID permette di regolare i parametri che governano le leggi di controllo della scheda. La scelta di questi valori influenza in modo significativo il comportamento del modello, la stabilità e il tipo di reazione che esso ha in presenza di disturbi esterni (tipo vento).

Nella scheda Receiver si può calibrare il radiocomando ed abbinare i canali a delle particolari funzioni. Abbinato a questa scheda troviamo anche il tab Modes attraverso il quale si possono configurare le varie modalità di volo.
La scheda Motors permette di controllare il regime di rotazione dei motori, molto utile durante la fase di test, e per effettuare la calibrazione degli ESC.

Infine la scheda CLI (command line interface) dà la possibilità all’utente di inviare comandi in modo testuale, rispettando ovviamente la sintassi corretta. Si noti che questa funzione è molto apprezzata dagli utenti esperti in quanto permette di sfruttare delle funzionalità avanzate, non presenti nell’interfaccia grafica che presenta solo le impostazioni più utilizzate.

blank

 

Banner Videocorso Gratuito Lavoro con i Droni