Recensione DJI Mavic Pro

Recensione DJI Mavic Pro

Recensione DJI Mavic Pro - ProjectEMS

Il DJI Mavic Pro è la grande novità della DJI. Un drone piaciuto a molti per le dimensioni ridotte e la facilità del trasporto. Tra l’altro la camera può girare video in 4K e questo per molti è plus non da poco.
Dalle dimensioni e dal peso piuttosto contenuto, in questa recensione andremo a scoprire le specifiche tecniche di questo drone. Indecisi se il DJI Mavic Pro fa per voi? Continuate a leggere per saperne di più.

Unboxing

All’arrivo il DJI Mavic Pro si presenta con la tipica scatola a cui ci ha abituato DJI, bianca e minimal. Ci stupisce la scatola, veramente ridotta quasi a dimensione del DJI Spark. Il DJI Mavic Pro è infatti richiudibile e, ad eliche chiuse, e poco più grande del suo radiocomando. Anche il radiocomando è ovviamente richiudibile.
All’interno della confezione troviamo:

  • il drone DJI Mavic PRO
  • il radiocomando
  • la batteria e gli accessori per la ricarica
  • eliche
  • i manuali di istruzioni
  • Accessori vari

Acquistando la versione DJI Mavic Pro Fly More Combo avrete una batteria in più, ulteriori accessori per la ricarica e la tracolla per il trasporto del mezzo.

Unboxing DJI Mavic Pro - ProjectEMS

Design

Il DJI Mavic PRO assomiglia molto ha un DJI Spark cresciuto. Design molto compatto e veramente minimal. Il materiale principale utilizzato è la plastica. ll colore principale è il nero, il colore secondario è l’argento dei motori e della camera. Inoltre sui braccini anteriori sono presenti delle linee dorate. All’estremità delle eliche sono presenti delle linee bianche per consentire a chi lo utilizza di vedere un cerchio bianco tracciato dalle eliche in movimento.
A chi non piacesse il colore del DJI Mavic PRO sono disponibili sul mercato diversi adesivi per renderlo personalizzato, qui di seguito alcuni prodotti:

Specifiche tecniche

Sensori di posizionamento
Il DJI Mavic PRO è dotato di un sistema di posizionamento intelligente, che viene utilizzato quando il sensore GPS non riesce a ricevere correttamente la posizione (Indoor). Il drone è dotato di sensori per il posizionamento indoor avanti e indietro. Questi sensori per funzionare necessitano di un ambiente sufficientemente illuminato (> 15 lux). Il range di altitudine e il range operativo sono da 0,3m a 13m, con una velocità massima di 10m/s. Qualora tutte queste condizioni non fossero rispettate il sensore di posizionamento potrebbe non funzionare e quindi non avrete un hovering preciso del vostro mezzo.
 
Sensori anti-collisione
I sensori utilizzati per il posizionamento, vengono utilizzati anche per evitare gli ostacoli. Valgono quindi tutte le caratteristiche dette qui sopra. Il range in cui sono attive le misurazioni per evitare gli ostacoli è da 0,7m a 15m, mentre l’intervallo rilevabile è da 15m a 30m.
Nonostante siano presenti questi sensori all’avanguardia, ricordiamo sempre di mantenere la massima attenzione durante il volo di un drone.
 
Camera
La camera del DJI Mavic PRO ha un sensore 1/2.3” (CMOS), può girare video in 4K e ha dei pixel effettivi pari a 12,35Mp. Il gimbal che supporta la camera è un gimbal a 3 assi.
Sicuramente un’ottima camera per un drone così piccolo e portatile.
 
Batteria e Dati di volo
La batteria è una Li-Po ricaricabile da 3830mAh 3S. L’autonomia dichiarata con questa batteria è di 27 minuti in volo senza vento. La velocità massima del DJI Mavic Pro è di circa 18 m/s senza vento utilizzando la modalità Sport. Il vento massimo con cui questo drone può volare è pari a 29-38 km/h.
 

Recensione Video DJI Mavic Pro - ProjectEMS
Radio

La radio del DJI Mavic è compatta e richiudibile. Aprendola sulla parte superiore sono presenti due antenne, mentre nella parte inferiore è possibile incastrare il proprio smartphone nelle alette apposite. La radio opera nelle frequenze da 2.4 GHz a 2.483 GHz e a un range massimo di 7 Km (in linea d’aria senza ostacoli). Tuttavia ricordiamo di utilizzare sempre le potenze permesse in Europa e in Italia, che non sempre permettono il range di distanza maggiore possibile.
 
App
L’App da utilizzare con questo drone è la DJI GO 4. App che permette il live streaming in tempo reale del video del drone fino a 1080p (FullHD). Tramite l’App è possibile anche pilotare il drone, anche se lo sconsigliamo per un pilotaggio professionale. Grazie all’App inoltre è possibile impartire al drone dei comandi per delle funzioni automatiche quali ad esempio il “Follow me”, i “Waypoints” e altre.
 
Peso
Il DJI Mavic Pro ha un peso di 734g. Quindi purtroppo non rientra nella categoria dei 300g ma rientra in quella sotto ai 2Kg. Possibile quindi ottenere l’autorizzazione senza installazione del terminatore di volo in scenario S1 (in area urbana). Il DJI Mavic Pro essendo sotto i 2Kg può anche richiedere l’autorizzazione per gli scenari critici standard S4 (su cantieri e infrastrutture lineari) o S6 (in area extraurbana per riprese cinematografiche).

ENAC: volare in città con il DJI Mavic Pro o con il DJI Spark?

Il DJI Mavic Pro per volare in area urbana, necessita dell’autorizzazione per le operazioni specializzate critiche scenario standard S1. Se siete interessati ad approfondire circa gli scenari S1 cliccate qui.
Il DJI Mavic Pro, se alleggerito, può rientrare invece nella categoria dei 300g, categoria in cui tutti gli scenari diventano non critici e quindi una categoria molto diversa dagli scenari critici standard S1. Se volete approfondire su dove possono volare i 300g cliccate qui.

Differenza droni 300g e 2kg - Projectems-min

Conclusione

Il DJI Mavic sostituisce egregiamente i vecchi Phantom 2 e 3 non più prodotti. Con questo prodotto e insieme al DJI Inspire, DJI Phantom 4 PRO/ADV e DJI Spark, la DJI ha creato una ampia scelta per varie necessità di utilizzo, evitando così i prodotti ridondanti. Peccato per il prezzo, così vicino a quello del Phantom 4 Advanced, che forse per qualche € in più, ne vale più la pena. In ogni caso non è il prezzo che rende meno bello questo prodotto, dalle prestazioni elevate e trasportabile veramente dappertutto.
 

Acquista Documentazione - ProjectEMS