Recensione DJI Spark Fly More Combo + Kit Alleggerimento 300g

Recensione DJI Spark Fly More Combo + Kit alleggerimento 300g

Recensione DJI Spark Fly More Combo + Kit Alleggerimento 300g - ProjectEMS
 
Il DJI Spark è il piccolo mezzo della DJI in vendita da pochi mesi ma che ha subito fatto il boom di vendite. Però cos’è il DJI Spark? Cos’ha da diverso dagli altri? Perché dovrei acquistarlo?
Se siete tra quelli che ancora non l’hanno acquistato e si stanno facendo queste domande, siete arrivati nel posto giusto.
Oggi vi parleremo in maniera approfondita del DJI Spark, una guida alle specifiche tecniche di questo piccolo mezzo.
 
Unboxing DJI Spark - ProjectEMS
 
Innanzitutto una precisazione: esiste il DJI Spark e il DJI Spark Fly More combo. Quest’ultimo ha in più il radiocomando, mentre la prima versione si pilota solo con l’App dello smartphone.
Consigliamo fortemente l’acquisto della Fly More Combo per un maggiore divertimento e utilizzo, infatti senza il radiocomando la portata è di molto ridotta e si presentano spesso problemi di connessione.
Qui di seguito parleremo dell’unboxing del DJI Spark Fly More combo, quindi se avete acquistato la versione senza radiocomando non avrete alcuni degli accessori che nominiamo.

Unboxing

Il DJI Spark arriva in una scatola DJI dalle dimensioni veramente contenute e dal design minimal tipico della DJI. All’interno della scatola troviamo:

  • il DJI Spark all’interno del suo astuccio
  • la sua batteria
  • una borsa a tracolla per il trasporto degli accessori del DJI Spark, il trasporto con questa valigetta è veramente comodo e ci sta veramente tutto.
  • il radio controller, anch’esso di dimensioni contenute e ripiegabile per occupare il minimo spazio. Permette anche l’inserimento dello smartphone tramite gli appositi agganci
  • il carica batterie, cavi e accessori vari per la ricarica del mezzo.
  • I para eliche
  • Manuali di istruzioni in diverse lingue

Unboxing DJI Spark Fly More Combo - ProjectEMS

Design

Così come ci ha abituato DJI, il DJI Spark ha un design come al solito molto minimal e pulito. Le eliche sono ripiegabili e permettono un facile trasporto nel suo astuccio. Il materiale principale utilizzato è la plastica come per i fratelli Phantom e Inspire. I colori di base sono due: il grigio scuro della parte inferiore e il colore della capotta superiore. Quest’ultimo è selezionabile in fase di acquisto a scelta tra i seguenti colori: bianco, azzurro, verde, rosso e giallo.
Sotto i 4 motori sono presenti i LED colorati degli ESC. Tramite i LED colorati potrete capire i diversi stati del vostro DJI Spark, come indicato nei manuali di istruzione.
Le eliche hanno delle strisce bianche sull’estremità così da tracciare una sorte di cerchio visibile quando le eliche sono in funzione.

Sensori di posizionamento

Se prendete il vostro DJI Spark e guardate la sua parte inferiore noterete tre cerchi si cui uno è una piccola camera: si tratta del sensore di posizionamento indoor, ovvero un sensore che da la possibilità di rimanere stabili anche all’interno di edifici o comunque in luoghi dove il GPS non prende correttamente e quindi il mezzo non può stabilizzarsi con esso. Per funzionare, questo sensore necessità di una luce adeguata (negli ambienti particolarmente bui non funzionerebbe correttamente). Il suo range di altitudine è di 0 – 8m, mentre il range operativo è di 0 – 30m.

Sensori anti-collisione

Molto interessante del DJI Spark è la presenza di sensori anti-collisione. Questi sensori sono presenti solo frontalmente e impediscono al mezzo di andare a sbattere contro oggetti di fronte a lui. Il range dichiarato del sensore anti-collisione è di 0,2 – 5m e rileva superfici visibili di almeno 20x20cm quali ad esempio alberi, pareti e persone. In caso di oggetti molto trasparenti o più piccoli di una superficie di 20x20cm il sensore quasi certamente potrebbe non aiutarvi. Prestate sempre e comunque massima attenzione, anche se presenti questi sensori.

Un po’ di specifiche tecniche che potrebbero interessarvi

Recensione DJI Spark Fly More Combo - ProjectEMS
Camera Video
In posizione frontale al mezzo è presente la camera: questa è stabilizzata da un gimbal a 2 assi e può muoversi su e giù. Scatta foto a 12MP e registra video in 1080 30p (FULL HD). Ai più tecnici forse interesserà sapere che la camera ha un sensore CMOS 1/2.3”.

Batteria e dati di volo
La batteria Li-Po del DJI Spark è una 1480mAh 3S. Il mezzo con questa batteria ha un’autonomia di volo in hovering (senza vento) di 15 minuti. La velocità massima del DJI Spark è di 13,89 m/s. Il sistema di posizionamento utilizza satelliti GPS e Glonass. Il vento massimo con cui potrete utilizzare il vostro DJI Spark è di 20-28 km/h.

Radio
La radio funziona sulle frequenze dei 2,4GHz e dei 5,8GHZ. Il range della radio va tra gli 0,2km e gli 1,2km a seconda della frequenza e della potenza utilizzate. Ricordate di utilizzare sempre quelle richieste dalla legge Europea!

App
Il DJI Spark è comandabile tramite App DJI GO 4. Noi vi consigliamo però di utilizzarlo con il radiocomando e di utilizzare invece l’APP per vedere il video in diretta del drone, così da poter fare riprese più precise.
Inoltre per gli utenti meno esperti, DJI ha permesso di utilizzare dei comandi automatici tramite gesture. Si avete capito bene: tramite dei gesti fatti da voi il DJI Spark esegue diverse procedure: il decollo dalla mano riconoscendo il viso del proprietario, dei movimenti seguendo il vostro palmo, lo scatto di una foto facendo un quadrato con le dita… tutte queste fanno parte delle Intelligent Flight Mode create da DJI.

Peso
Il DJI Spark appena arrivato ha un peso di circa 303g. Il peso con i para-eliche è invece di 342g.

Dopo aver chiarito questo punto riguardante il peso forse sarete in dubbio sull’utilizzare questo drone professionalmente in Italia. Infatti la normativa italiana in vigore prevede che per i droni di peso minore o uguale a 300g tutte le operazioni siano non critiche, e quindi vi è la possibilità di volare in area urbana senza terminatori di volo.

Ma il DJI Spark anche se come arriva pesa più di 300g, è facilmente alleggeribile tramite dei Kit di alleggerimento DJI Spark.

Kit di alleggerimento DJI Spark

Kit Di Alleggerimento DJI Spark - ProjectEMS
 
Il kit di alleggerimento DJI Spark di ProjectEMS consiste in:

  • Documenti ENAC necessari per ottenere il riconoscimento per le operazioni specializzate per i mezzi sotto i 300g
  • Tutto il materiale per effettuare in autonomia l’alleggerimento del DJI Spark
  • Delle guide per effettuare l’alleggerimento e per richiedere il riconoscimento sul portale ENAC

La modifica con questo KIT è semplice e veloce e, se fatta correttamente, non invalida la garanzia DJI in quanto è tranquillamente reversibile.
Trovate il kit di alleggerimento in vendita qui.

Fotogrammetria con Spark, è possibile?

Molti di coloro che decidono di alleggerire il proprio DJI Spark e di farlo rientrare nella categoria dei 300g, sono interessati alla fotogrammetria e alla mappatura del territorio con drone. Per questo motivo il nostro staff ha deciso di effettuare alcuni tentativi a riguardo, per poter valutare meglio le effettive capacità di questo drone in ambito fotogrammetrico. Per eseguire i primi tentativi di fotogrammetria abbiamo utilizzato lo Spark manualmente, ovvero pilotandolo con gli stick del radiocomando: quando abbiamo girato il video non era disponibile alcun tipo di applicazione per la fotogrammetria e/o di applicazione per gli waypoint. Adesso le cose sono cambiate.
 
Fotogrammetria DJI Spark - ProjectEMS

Negli ultimi giorni (mentre scriviamo siamo a fine agosto 2017) Pix4D ha rilasciato l’aggiornamento della sua applicazione Pix4Dcapture a cui è diventato compatibile anche il DJI Spark. Possibilità quindi di waypont e programmazione della missione a scopi di rilievo del territorio. Sicuramente un aggiornamento molto interessante, visto che in molti avevano espresso il proprio interesse nell’effettuare fotogrammetria con il DJI Spark.
 

DJI SPark Pix4d Capture - ProjectEMS
Immagine dell’applicazione Pix4D Capture

Conclusione

Il DJI Spark è davvero un gioiellino tecnologico a un prezzo (e dimensioni) veramente contenute. Utilizzabile facilmente sia da nuovi utenti (grazie alle Intelligent Flight Modes di cui abbiamo parlato) che da utenti più esperti per hobby o per lavoro aereo.

Kit di alleggerimento DJI Spark - ProjectEMS